Bologna, 14 settembre 2017

TRIBUTI LOCALI:
L’AMMISSIONE AL PASSIVO FALLIMENTARE DELL’ENTE LOCALE
E LE MODALITÀ DI NOTIFICA DEGLI ATTI TRIBUTARI

- RISERVATO ESCLUSIVAMENTE AGLI ENTI LOCALI -

QUOTE DI PARTECIPAZIONE (clicca qui per i costi)

RIVOLTO A:
Amministratori, Revisori dei Conti, Segretari Generali, Dirigenti, Funzionari e Operatori Uffici Tributi e Finanziari, Società 100% pubbliche Enti Locali, Società e Soggetti privati

In collaborazione con

14 SETTEMBRE 2017
Auditorium Enzo Biagi
Sala Borsa
P.zza Nettuno, 3
BOLOGNA

CAPIENZA SALA: 170 POSTI

   

La giornata formativa affronta con taglio pratico e alla luce delle più recenti novità normative e giurisprudenziali in merito, tutti gli aspetti che interessano l’Ente Locale nella procedura fallimentare e nelle altre principali procedure concorsuali.
In particolare, le modalità di notifica degli atti impositivi nella fase pre e post procedura, nonché le modalità, i termini e gli effetti dell’insinuazione al passivo. Si analizzerà, inoltre, la posizione del Comune per i crediti sorti durante il fallimento e le altre procedure concorsuali.
Nella seconda parte, si affronteranno, poi, le questioni che attengono alla corretta individuazione della soggettività passiva e alla corretta notifica degli atti impositivi IMU/TASI nelle successioni mortis causa; si analizzeranno, infine, le modalità di notifica alle società e alle società cancellate, la notifica a mezzo posta (diretta e tramite agente notificatore) e la nuova notifica a mezzo pec, così da fornire all’Ente Locale utili suggerimenti per evitare ogni contestazione sui vizi di notifica.

 

PROGRAMMA

Ore 9,00
Apertura dei lavori

Saluti
Mauro CAMMARATA (Capo Area Risorse Finanziarie del Comune di Bologna - Presidente Comitato Regionale A.N.U.T.E.L. per l'Emilia Romagna)
Sonia ROMANI (Ufficio Tributi del Comune di Polinago (MO) - Componente Consiglio Generale A.N.U.T.E.L.)

Ore 9,30
Inizio della relazione

 

Relatore:
Maria SUPPA (Avvocato Tributarista - Patrocinante in Cassazione - Docente A.N.U.T.E.L.)

L’ammissione al passivo fallimentare dell’Ente Locale
- la natura del credito:
    - crediti prededucibili, chirografari e crediti privilegiati.
- l’avviso ai creditori e le conseguenze della mancata comunicazione.
- la domanda di ammissione al passivo:
    - modalità di presentazione;
    - il contenuto del ricorso e gli oneri probatori.
- la domanda tempestiva e quelle tardive e supertardive.
- gli effetti delle domande di ammissione al passivo.
- il progetto di stato passivo e l’udienza di verifica crediti.
- le ammissioni con riserva.
- l’esecutività dello stato passivo.
- le azioni esperibili nei confronti del curatore a tutela dei crediti del Comune.
- la responsabilità contrattuale ed extra contrattuale del curatore.
- le impugnazioni dello stato passivo:
    - l’opposizione allo stato passivo;
    - l’impugnazione dei crediti ammessi;
    - la revocazione.

La notifica degli atti impositivi nelle procedure concorsuali
- la notifica al curatore e al fallito.
- il principio del doppio binario.

La posizione del Comune nelle altre procedure concorsuali
- Il concordato preventivo.
- la liquidazione coatta amministrativa.
- l’amministrazione straordinaria.
- la crisi da sovraindebitamento.

ICI/IMU e Tasi nel fallimento
- I crediti tributari sorti durante il fallimento e le altre procedure concorsuali.
- Le ipotesi di mancata vendita dell’immobile da parte della curatela.

La dichiarazione di fallimento: cenni sulla procedura.

La soggettività passiva IMU/TASI e la notifica degli atti impositivi nelle successioni mortis causa
- la responsabilità per i debiti del de cuius.
- gli eredi e i chiamati all’eredità.
- la notifica degli atti impositivi nelle successioni.
- l’eredita giacente e i riflessi su IMU e TASI.
- le forme di accettazione dell’eredità e i riflessi sulla soggettività passiva IMU/TASI.
- il curatore dell’eredità giacente.
- l’actio interrogatoria.
- la rinuncia all’eredità e gli effetti sulla soggettività passiva IMU/TASI.

I vizi di notifica e la loro rilevanza processuale
- la nullità derivata e la sanatoria dei vizi di notifica.

La notifica alle società e alle società cancellate

La notifica mediante posta
- criticità e soluzioni per la corretta notifica a mezzo posta.

La notifica mediante pec
- come procedere alla notifica “diretta” e la notifica a mezzo agente notificatore.

 

 

Ore 13,00
Pausa
Ore 14,00
Ripresa dei lavori
Ore 16,30
Chiusura lavori

 

Al fine di garantire una migliore organizzazione, è preferibile inviare la scheda di prenotazione entro giorno 7 settembre 2017 e comunque nei limiti di capienza della sala.

 

QUOTE DI PARTECIPAZIONE

TIPOLOGIA ASSOCIATIVA MODALITA' DI PARTECIPAZIONE QUOTA DI PARTECIPAZIONE
QUOTA "B"e"C" PARTECIPAZIONE GRATUITA SENZA LIMITI
(in regola con le quote associative fino al 2016*)
GRATUITA
QUOTA "A/PLUS" PARTECIPAZIONE GRATUITA PER N°1 PARTECIPANTE
(n°2 Bonus annuali )
€ 50,00 dal 2° partecipante
QUOTA "A"   € 50,00 a partecipante
 
NON ASSOCIATI   € 150,00 a partecipante
 
SOCIETA' E SOGGETTI PRIVATI   € 150,00 + IVA a partecipante
 
*PER GLI ENTI LOCALI NON IN REGOLA CON LE QUOTE ASSOCIATIVE LA  PRENOTAZIONE VERRA' TEMPORANEAMENTE SOSPESA FINO AL PAGAMENTO DELLE STESSE
Il pagamento dovrà essere effettuato a ricezione della fattura, esclusivamente sulle coordinate indicate.
Per gli Enti Locali la quota è esente IVA, ai sensi dell'art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni)
Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell'art.3 Legge 13.08.2010, n. 136

 

ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE

A conclusione dei lavori verrà inviato l'attestato di partecipazione, identificato con il relativo numero di protocollo, direttamente sulla email indicata in fase di prenotazione.