Verona, 25 settembre 2018
 

LE AREE FABBRICABILI NELL’ IMU:
NOVITA’ GIURISPRUDENZIALI

- PARTECIPAZIONE GRATUITA - RISERVATO ESCLUSIVAMENTE AGLI ENTI LOCALI -

 

RIVOLTO A:
Amministratori, Revisori dei Conti, Segretari Generali, Dirigenti, Funzionari e Operatori Uffici Tributi e Finanziari, Società 100% pubbliche Enti Locali

 


 

25 SETTEMBRE 2018
Sala Lucchi
Palazzina A. Masprone
Piazzale Olimpia, 3
VERONA

CAPIENZA SALA: 180 POSTI

 

in collaborazione con

Comune di
VERONA

Nel corso degli ultimi anni il tema delle aree edificabili è stato interessato da molteplici interventi da parte della Corte di Cassazione dai quali è stato possibile attingere interessanti interpretazioni normative, a dire il vero non sempre convincenti, che impattano sull’attività di controllo dei Comuni.
La giornata odierna si propone di analizzare tali importanti novità, condividerne i contenuti ragionando sulla loro effettiva applicabilità facendo emergere anche i punti controversi.

 

PROGRAMMA

Ore 9,00
Apertura dei lavori

Saluti
Francesca TOFFALI (Assessore ai Tributi, Bilancio, Commercio, Arredo urbano del Comune di Verona)
Francesca BUNIATO (Dirigente Settore Fiscalità, Contenzioso e Supporto Tributario, U.O. Amm.vo Lavori Pubblici del Comune di Verona - Presidente Comitato Regionale A.N.U.T.E.L. - Veneto)

Ore 9,30
Inizio della relazione

 

Relatore:
Andrea GIGLIOLI (Funzionario Tecnico - Servizio Entrate - U.O.C. Gestione Tributi Comunali del Comune di Reggio Emilia - Componente Osservatorio Tecnico e Docente A.N.U.T.E.L.)

La fattispecie
- Rilevanza del concetto di edificabilità “fiscale” rispetto alla edificabilità urbanistico-edilizia fino alle sentenze della Corte di Cassazione e della Corte Costituzionale.
- Le nuove forme di pianificazione urbanistica regionale: ipotesi per l'assoggettabilità ad IMU e TASI.
- La decorrenza dell’edificabilità: la controversa tesi della Corte di Cassazione.
- I vincoli urbanistici:
    - inedificabilità assoluta e relativa;
    - vincoli conformativi e vincoli espropriativi;
    - la decadenza del vincolo e le aree bianche.
- Le agevolazioni previste per i coltivatori diretti e IAP:
    - definizione di coltivatore diretto e imprenditore agricolo professionale ai fini dell'obbligatoria iscrizione alla previdenza agricola;
    - le convenzioni con l'INPS per la fruibilità dei dati;
    - analisi sulla possibile estensione o meno dell'agevolazione alle forme societarie;
    - i coadiuvanti agricoli e i pensionati dell'agricoltura;
    - la conduzione del fondo agricolo;
    - i terreni in comproprietà e la cessione di quote infinitesimali.
- Il rapporto di pertinenza tra aree e fabbricati:
    - le tre forme di pertinenza: urbanistica, catastale e civilistica;
    - gli orientamenti giurisprudenziali sull'argomento;
    - la doppia imposizione.
- Le unità catastali fittizie e il loro assoggettamento ad imposta:
    - la distorsione della fattispecie operata dal MEF e dalla Corte di Cassazione;
    - le unità collabenti (F/2) ed il loro assoggettamento ad imposta come aree edificabili;
    - le unità in corso di costruzione (F/3) ed il regime d'imposta nel caso di coesistenza con unità immobiliari già ultimate;
    - le altre unità fittizie.
- Il passaggio da fabbricato ad area, e viceversa, negli interventi di nuova costruzione e recupero sui fabbricati esistenti:
    - momento iniziale e momento finale;
    - valenza dell’iscrizione catastale;
    - irrilevanza del rilascio del certificato di abitabilità.

Il valore di mercato
- Gli elementi essenziali di cui all'articolo 5, comma 5, D. Lgs. n. 504/1992 e l’onere motivazionale ai fini dell'attività d'accertamento.
- Le motivazioni da riportare negli avvisi di accertamento.

Tutor d'aula:
Francesca BUNIATO (Dirigente Settore Fiscalità, Contenzioso e Supporto Tributario, U.O. Amm.vo Lavori Pubblici del Comune di Verona - Presidente Comitato Regionale A.N.U.T.E.L. - Veneto)
 

 

Ore 11,30
Coffee Break
Ore 14,30
Chiusura lavori


Al fine di garantire una migliore organizzazione, è preferibile inviare la scheda di prenotazione entro giorno 18 settembre 2018 e comunque nei limiti di capienza della sala.

Non è ammessa la partecipazione di soggetti diversi dall'Ente Locale che prestano la propria attività a supporto del Comune.

ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE

A conclusione dei lavori verrà inviato l'attestato di partecipazione, identificato con il relativo numero di protocollo, direttamente sulla email indicata in fase di prenotazione.