Rimini, 6 settembre 2018

CORSO PRATICO - APPLICATIVO PER UTILIZZATORI DEL MEPA:
FORNISCE COMPETENZE GIURIDICHE, TECNICHE ED OPERATIVE PER OPERARE LEGITTIMAMENTE

- PARTECIPAZIONE GRATUITA PER GLI ENTI LOCALI -

RIVOLTO A:
Amministratori, Revisori dei Conti, Segretari Generali, Dirigenti, Funzionari e Operatori Uffici Tributi e Finanziari, Uffici Tecnici, Società 100% pubbliche Enti Locali.

 

in collaborazione con 6 SETTEMBRE 2018
Sala Palazzo del Turismo
Piazzale Fellini, 3
RIMINI

CAPIENZA SALA: 99 POSTIsn_disabile

 

Comune di
RIMINI
L’obbligo di utilizzare il MePA per appalti di valore superiore a 1.000 Euro non prevede eccezioni neanche se il mercato tradizionale risultasse più conveniente.
La posizione è confermata da più pareri della Corte dei Conti che, nel tentare di contemplare eccezioni per motivi economici, di fatto chiariscono che l’obbligo non ammette tale tipo di eccezioni.
Nonostante le aspettative, Consip sul MePA non controlla né i requisiti delle Imprese, né la congruità dei prezzi, né la legittimità delle offerte nel catalogo né la correttezza delle procedure di acquisto.
La norma infatti dispone che l’Ente è l’unico soggetto responsabile di eseguire correttamente le procedure di acquisto e di eseguire ogni verifica nei confronti del Fornitore e dei beni e servizi offerti.
Dopo che l’enfasi sull’obbligo di utilizzo ha distolto l’attenzione anche dei Tribunali Amministrativi dalle regole del Mercato Elettronico, alla fine del 2015 è stata emessa la prima sentenza che riconosce l’illegittimità sul MePA degli appalti il cui oggetto non è ricompreso nei Capitolati Tecnici allegati al bando, come la norma stabiliva dal lontano 2002 e come i bandi del MePA scrivevano da sempre.
Il corso illustra la disciplina introdotta dal nuovo Codice D.Lgs 50/2016 che con l’abrogazione del D.P.R. 207/2010 ha modificato le procedure eseguibili sul MePA.

 

PROGRAMMA

Ore 9,00
Apertura dei lavori

Saluti:
Ivana MANDUCHI (Dirigente del Settore Tributi del Comune di Rimini - Componente Comitato Regionale A.N.U.T.E.L. - Emilia Romagna)

Ore 9,30
Inizio della relazione

 

Relatore:
Giovanni Luca LECCISOTTI (Comandante Polizia Locale - Formatore Enti Locali)

CORSO PRATICO OPERATIVO SUL MERCATO ELETTRONICO

L'OBBLIGO DI UTILIZZO DEL MEPA
- Gli obblighi di utilizzo del Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA) e degli altri mercati elettronici per gli Enti Pubblici.
- Conseguenze e sanzioni in caso di violazione dell'obbligo.
- Le deliberazioni della Corte dei Conti in materia di obbligo di utilizzo del Mercato Elettronico: l’ipotesi di mitigare l’obbligo per contenere la spesa pubblica.
- Le prime sentenze del T.A.R. sull’obbligo di utilizzo del MePA.
- Le circostanze in cui l'obbligo non è efficace.
- Esempi pratici di inefficacia dell’obbligo e necessità di uscire dal MePA.

LA DISCIPLINA DEL MEPA ATTRAVERSO I BANDI: I BENI E I SERVIZI ACQUISTABILI
- Il Bando: i requisiti dei Fornitori e le categorie merceologiche in cui è organizzato il Mercato Elettronico.
- Il Capitolato Tecnico: i requisiti dei soli beni e servizi che possono essere acquistati.
- Individuare i beni e i servizi che devono essere acquistati fuori dal Mercato Elettronico.
- Le Condizioni Generali di Contratto e la possibilità di derogare ad esse.
- Le responsabilità di Consip e degli Enti.
- La prima sentenza del T.A.R. sulla legittimità degli acquisti in relazione all’oggetto dell’appalto ed alla lex specialis del MePA.

LE PROCEDURE DI ACQUISTO SUL MERCATO ELETTRONICO (ART. 36, ART. 57 E ART. 60 D.LGS. 50/2016)
- Le novità introdotte dal D.Lgs. 50/2016 inerenti il MePA.
- L'affidamento Diretto realizzato tramite Ordine Diretto.
- L'Affidamento Diretto realizzato tramite la Richiesta di Offerta.
- La procedura aperta realizzata tramite Richiesta di Offerta rivolta a tutte le Imprese.
- La Procedura Negoziata realizzata tramite la Richiesta di Offerta.
- Come eseguire le procedure di acquisto impiegando gli strumenti Richiesta di Offerta e Ordine Diretto di Acquisto.

IL CONFRONTO CONCORRENZIALE DELLE OFFERTE NEL CATALOGO
- Le regole da rispettare perché il confronto concorrenziale sia eseguito correttamente.
- I parametri oggetto di confronto.
- Come affrontare i casi in cui l’Ordine Diretto non è efficace e il Fornitore può comunicare il "rifiuto".

LA RICHIESTA DI OFFERTA CHE REALIZZA LA PROCEDURA APERTA
- Le specifiche dei beni e dei servizi oggetto della Richiesta di Offerta.
- I requisiti dei soggetti che possono partecipare.
- La scelta dell’importo a base di gara.
- La pubblicità della Richiesta di Offerta.
- Che cosa si deve fare se la Richiesta di Offerta va deserta.

RICHIESTA DI OFFERTA CHE REALIZZA LA PROCEDURA NEGOZIATA
- Come realizzare una Procedura Negoziata tramite una Richiesta di Offerta.
- I metodi legittimi per scegliere le Imprese da invitare (art. 36 D. Lgs. 50/2016).
- Che cosa si deve fare se la Procedura Negoziata va deserta.

L'AFFIDAMENTO DIRETTO
- Come realizzare un Affidamento Diretto tramite un Ordine Diretto.
- Come realizzare un Affidamento Diretto tramite una Richiesta di Offerta.

ESEGUIRE UNA RICHIESTA DI OFFERTA
- La scelta del criterio di aggiudicazione.
- La scelta dei criteri di valutazione delle Offerte.
- La definizione dei requisiti tramite la "scheda tecnica" prevista dal sistema.
- La definizione dei requisiti tramite un capitolato tecnico.
- La selezione delle Imprese da invitare alla RdO secondo le opzioni proposte dal MePA: RdO aperte a tutti i Fornitori, elenchi di Fornitori, indicazione di singole Imprese, area di interesse, sede legale.
- Le RdO a riga unica nei casi previsti da Consip e in quelli non ancora previsti.
- Gli errori più comuni da evitare per lanciare una RdO esente da vizi.
- Esempi pratici di creazione di Richiesta di Offerta legittime.
- Esempi di Richieste di Offerta viziate o illegittime presenti sul MePA.
- La valutazione delle Offerte ricevute.
- L’aggiudicazione e la stipula del Contratto.

Ore 11,30 - 12,00
Municipia presenterà la propria soluzione informatica

 

 

Ore 13,00
Pausa
Ore 14,00
Ripresa dei lavori
Ore 16,30
Chiusura lavori


Al fine di garantire una migliore organizzazione, è preferibile inviare la scheda di prenotazione entro giorno 30 agosto 2018 e comunque nei limiti di capienza della sala.

*Gli Enti associati non in regola con il versamento delle quote associative fino alla seconda annualità antecedente quella in corso non avranno diritto alla formazione gratuita sino alla regolarizzazione della posizione. Fermo restando che nei corsi ove è previsto il pagamento gli Enti associati potranno partecipare versando la quota dei non soci. Per maggiori informazioni è possibile contattare la Segreteria dell’Associazione ai seguenti recapiti Tel. 0967-486494 email iniziative@anutel.it”.

ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE

A conclusione dei lavori verrà inviato l'attestato di partecipazione, identificato con il relativo numero di protocollo, direttamente sulla email indicata in fase di prenotazione.

SI RINGRAZIA