Grosseto, 27 - 28 marzo 2019

CORSO DI FORMAZIONE PER ACCERTATORI TRIBUTARI

- PARTECIPAZIONE RISERVATA ESCLUSIVAMENTE AGLI ENTI LOCALI -

QUOTE DI PARTECIPAZIONE (clicca qui)

RIVOLTO A:
Accertatori Tributari

In collaborazione con


 

27 - 28 MARZO 2019
Sala Pegaso
c/o Palazzo della Provincia
Piazza Dante, 35
GROSSETO

CAPIENZA SALA: 40 POSTIsn_disabile

 

Provincia e Comune di
GROSSETO

 

Il Comune, nell'ambito dello svolgimento della propria attività impositiva, conserva la necessità di effettuare controlli sul territorio consistenti anche in sopralluoghi, finalizzati ad esempio ad accertare l'effettiva destinazione d'uso di un locale, l'operatività di un'area esterna, la tipologia di un magazzino.
L'art 1, commi 179 ss., della Legge n. 296/2006 offre ai Comuni un importante, ma spesso sottovalutato, strumento istruttorio e probatorio. Secondo la citata normativa i Comuni e le Province - ma per analogia anche le Città Metropolitane - con provvedimento adottato dal dirigente dell'Ufficio competente possono conferire i poteri di accertamento, di contestazione immediata, nonché di redazione e di sottoscrizione del processo verbale di accertamento per le violazioni relative alle proprie entrate e per quelle che si verificano sul proprio territorio (ad eccezione di quelle legate al Codice della Strada) a dipendenti dell'Ente Locale o dei soggetti affidatari, anche in maniera disgiunta, delle attività di liquidazione, accertamento e riscossione dei tributi e di riscossione delle altre entrate, ai sensi dell'art. 52, comma 5, lett. b), del D.Lgs. 15 dicembre 1997, n. 446, e successive modificazioni.
In tal caso i verbali di accertamento redatti da questi "agenti accertatori" acquistano l'efficacia di atto pubblico (art.2699 e 2700 c.c.), secondo quanto previsto dall'art. 68, comma 1, della Legge 23 dicembre 1999, n. 488, ferma restando la competenza degli uffici degli Enti Locali per la procedura sanzionatoria amministrativa.

Requisiti:
La figura dell'agente accertatore presuppone oltre alla suddetta qualifica di dipendente dell'Ente Locale o dell'affidatario il possesso almeno del diploma di scuola media superiore, la frequenza di un apposito corso di preparazione e qualificazione organizzato a cura dell'Ente Locale stesso ed il superamento del relativo esame di idoneità. Ovviamente, i soggetti prescelti non devono avere precedenti e pendenze penali in corso né essere sottoposti a misure di prevenzione disposte dall'autorità giudiziaria, ai sensi della Legge 27 dicembre 1956, n. 1423, e successive modificazioni, o della Legge 31 maggio 1965, n. 575, e successive modificazioni, salvi gli effetti della riabilitazione.
In considerazione del fatto che i potenziali partecipanti al corso in oggetto dovrebbero comunque essere persone con una sia pur minima conoscenza del tipo di attività in relazione alle quali andrebbero ad operare e nell'ottica di offrire ai partecipanti informazioni e conoscenze adeguate e mirate al corretto e consapevole espletamento della propria attività di rilevazione, si propone il seguente apposito corso, articolato in due giornate di formazione con test finale per la valutazione di idoneità, per un totale di 14 ore d'aula.

Questi i temi oggetto del corso, in considerazione dei più frequenti ambiti di attività degli agenti accertatori:
- presupposti di tassabilità in regime TARSU (D.Lgs.507/93);
- presupposti di tassabilità in regime TARES (art.14 D.L.201/11 e ss.mm.ii.);
- presupposti di tassabilità in regime TARI (art.1 comma 639 e ss. L.147/13 e ss.mm.ii.);
- aspetti normativi ed operativi dell'Imposta di Soggiorno;
- presupposti impositivi IMU e TASI;
- cenni su fattispecie oggetto di ICP, TOSAP e COSAP;
- la figura del pubblico ufficiale, le prerogative, la responsabilità, i reati relativi alla figura del pubblico ufficiale;
- requisiti di forma e sostanza del verbale del pubblico ufficiale e relativo potere probatorio;
- cenni sul sistema sanzionatorio;
- cenni sull'autotutela;
- attività di contrasto all'elusione/evasione fiscale: elementi sintomatici e relative tipologie elusive/evasive passibili di segnalazione qualificata all'Agenzia delle Entrate;.
Risulterà idoneo alla nomina come "agente accertatore" chi avrà superato il test finale. I "nominati", muniti di tesserino o copia dell'atto di nomina, potranno quindi iniziare la propria attività di accertatori (non necessariamente solo in ambito tributario) effettuando sopralluoghi e sottoscrivendo verbali di accertamento muniti di fede privilegiata e producibili in giudizio a fini probatori.

L'INCONTRO IN PROGRAMMA E' CONFERMATO.

 

PROGRAMMA

Ore 9,00
Apertura dei lavori

Saluti:
Nazario FESTEGGIATO (Dirigente Settore Tributi e Patrimonio del Comune di Grosseto - Componente Giunta Esecutiva A.N.U.T.E.L.)

 

Relatore:
Samantha ZEBRI (Responsabile U.O. Entrate e Regolamenti del Settore Entrate del Comune di Bologna - Docente A.N.U.T.E.L.)

 
PRIMA GIORNATA
Mercoledì 27 marzo 2019
Ore 9,00 - 13,00 ** Ore 14,00 - 17,00
CORSO DI FORMAZIONE PER ACCERTATORI TRIBUTARI Durata Ore 7

 

LA REGOLAMENTAZIONE DELLE ENTRATE LOCALI e LA FIGURA DELL'ACCERTATORE
- Leggi e regolamenti: le fonti della disciplina normativa dei tributi locali e delle altre entrate;
- La disciplina del "sopralluogo": condizioni di legittimità;
- La figura dell'accertatore nella Legge 296/2006: nomina, funzioni e responsabilità;
- I poteri attribuiti di accertamento, contestazione immediata e di redazione e sottoscrizione del verbale;
- Il ruolo dell'accertatore delle entrate e le fattispecie rilevabili;
- Rilevanza giuridica del verbale di accertamento;
- Profili di responsabilità penale;

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA' E DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI
- Ambito di applicazione dell'imposta o del canone sostitutivo di essa
- Individuazione e definizione del mezzo pubblicitario
- Pubbliche affissioni
- L'attività di controllo e di accertamento della relativa violazione;

OCCUPAZIONE SPAZI E AREE PUBBLICHE
TOSAP e COSAP:
- Presupposti, ambito di applicazione e tipologie;
- L'attività di controllo e di accertamento della relativa violazione;

IMU
- Presupposti del prelievo
- I possibili campi di intervento dell'accertatore in materia di IMU;

IMPOSTA DI SOGGIORNO
- Presupposti e disciplina dell'Imposta di Soggiorno;
- I possibili campi di intervento dell'accertatore in materia di Imposta di soggiorno;

 
 
SECONDA GIORNATA
Giovedì 28 marzo 2019
Ore 9,00 - 13,00 ** Ore 14,00 - 17,00
CORSO DI FORMAZIONE PER ACCERTATORI TRIBUTARI Durata Ore 7



 

TRIBUTO SUI RIFIUTI
- Presupposti e disciplina del Tributo sui Rifiuti (TARI) e cenni sulle sue differenze rispetto alle previgenti TARSU e TARES;
- I possibili campi di intervento dell'accertatore in materia di tributo sui rifiuti;
- Superficie tassabile ai fini TARSU, TARES, TARI;
- Destinazioni d'uso;
- Condizioni di tassabilità dei magazzini;
- Aree scoperte operative

EVASIONE FISCALE
- Cenni su casistiche e presupposti in materia di fattispecie sintomatiche ai fini delle segnalazioni qualificate in materia di compartecipazione dei comuni alla lotta all'evasione fiscale.
- Profili di rilievo dell'attività dell'accertatore nell'istruttoria di segnalazioni qualificate;

ESAME FINALE (nel pomeriggio)

 

 

Ore 13,00
Pausa
Ore 14,00
Ripresa dei lavori
Ore 17,00
Chiusura lavori


Al fine di garantire una migliore organizzazione, è preferibile inviare la scheda di prenotazione entro giorno 20 marzo 2019

PRIMA DI PARTECIPARE AL CORSO E' NECESSARIO TRASMETTERE
per email: iniziative@anutel.it
LA DETERMINA DI AUTORIZZAZIONE ALLA PARTECIPAZIONE AL CORSO ALLEGATA SUL MENU DI DESTRA.

 

QUOTE DI PARTECIPAZIONE

TIPOLOGIA ASSOCIATIVA MODALITA' DI PARTECIPAZIONE QUOTA DI PARTECIPAZIONE
QUOTA "B" PARTECIPAZIONE GRATUITA SENZA LIMITI
(in regola con le quote associative *)
GRATUITA
QUOTA "C" (in regola con le quote associative *) GRATUITA max 10 partecipanti
QUOTA "A/PLUS"   € 150,00 a partecipante
QUOTA "A"   € 150,00 a partecipante
 
ENTI LOCALI NON ASSOCIATI   € 250,00 a partecipante
 
SOGGETTI AFFIDATARI
(attività di liquidazione, accertamento e riscossione dei tributi e di riscossione delle altre entrate, ai sensi dell' art. 52, co.5, lett. b), del D.lgs. n. 446/1997)
  € 250,00 + IVA a partecipante
 
*Gli Enti associati non in regola con il versamento delle quote associative non avranno diritto alla formazione gratuita sino alla regolarizzazione della posizione. Fermo restando che nei corsi ove è previsto il pagamento gli Enti associati potranno partecipare versando la quota dei non soci. Per maggiori informazioni è possibile contattare la Segreteria dell’Associazione ai seguenti recapiti Tel. 0967-486494 email iniziative@anutel.it”.
L'attestato di idoneità verrà rilasciato solo dopo che l' Ente/Agenzia ha provveduto ad effettuare il pagamento della quota di partecipazione.
Il pagamento dovrà essere effettuato a ricezione della fattura, esclusivamente sulle coordinate indicate.
Per gli Enti Locali la quota è esente IVA, ai sensi dell'art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni)
Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell'art.3 Legge 13.08.2010, n. 136

 

REGOLE PER IL RILASCIO DELL’ATTESTATO
FINALE DI IDONEITA’:

1. Al termine delle due giornate di formazione, ad ogni partecipante sarà consegnato un questionario a risposta multipla sugli argomenti trattati.
2. L’attestato finale di idoneità sarà rilasciato ai soggetti che abbiano superato con esito positivo i questionari finali del corso stesso.
3. La durata è di due giornate consecutive per un totale di n. 14 ore.
La Commissione d’esami sarà composta da tre esperti
A conclusione del corso verrà rilasciato, previo esame di idoneità, attestato finale.