San Marco Evangelista (CE), 12 - 13 febbraio 2020

CORSO DI PREPARAZIONE E QUALIFICAZIONE PER FUNZIONARI RESPONSABILI DELLA RISCOSSIONE

QUOTE DI PARTECIPAZIONE (clicca qui)

RIVOLTO A:
Funzionari e Operatori Uffici Tributi, Società 100% pubbliche Enti Locali, Concessionari della Riscossione.

 

 

12 - 13 FEBBRAIO 2020
Grand Hotel Vanvitelli
Via Carlo III
SAN MARCO EVANGELISTA (CE)

CAPIENZA SALA: 50 POSTI

 
 

La L. 160/2019 nel prevedere a decorrere dal 1° gennaio 2020 l’accertamento esecutivo anche per i tributi locali ha potenziato gli strumenti a disposizione degli Enti Locali risolvendo l’atavico problema della carenza di Ufficiali della Riscossione che vengono formalmente affiancati, ma in pratica sostituiti, dalla nuova figura del Funzionario Responsabile della Riscossione.
La nomina del Funzionario Responsabile della Riscossione, a norma del co. 793 della legge di bilancio prevede che “Il dirigente o, in assenza di questo, il responsabile apicale dell’Ente o il soggetto affidatario dei servizi di cui all’articolo 52, comma 5, lettera b), del D. Lgs n. 446/1997, con proprio provvedimento, nomina uno o più Funzionari Responsabili della Riscossione, i quali esercitano le funzioni demandate agli Ufficiali della Riscossione, nonché quelle già attribuite al Segretario Comunale dall’art. 11 del T.U. di cui al R.D. n. 639/1910, in tutto il territorio nazionale in relazione al credito da escutere”.
La nomina di tali soggetti avviene tra i dipendenti dell’Ente o del soggetto affidatario dei servizi di cui all’art. 52, co. 5, lett. b), del D.Lgs n. 446/1997, che siano in possesso almeno di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado e che hanno superato un esame di idoneità, previa frequenza di un apposito corso di preparazione e qualificazione.
Al fine di favorire il compiuto esercizio delle prerogative impositive agli Enti Locali l’Anutel ha organizzato il presente corso di preparazione e qualificazione per Funzionario Responsabile della Riscossione della durata di 14 ore con esame mediante questionario a risposta multipla. Nell’ambito del corso saranno affrontate oltre alle tematiche proprie della riscossione dei tributi locali e delle modifiche operate al sistema dalla legge di bilancio anche gli aspetti pratici dell’attività di riscossione coattiva, fornendo altresì le nozioni relative agli istituti procedurali interessati.

 

PROGRAMMA
 

Ore 9,00
Apertura dei lavori

Saluti
Francesco TUCCIO (Presidente A.N.U.T.E.L.)
 

Ore 9,30
Inizio della relazione

 

 

Relatore:
Tommaso VENTRE (Professore aggregato di Governance dei tributi locali Università Luigi Vanvitelli, Avvocato, Ricercatore di Diritto Tributario - Dottore Commercialista, Revisore Legale – Componente Comitato Scientifico e Docente A.N.U.T.E.L.)

I° GIORNO
Principi generali
- I soggetti: persone fisiche e giuridiche
- I diritti reali
- Nozioni di merceologia, estimo e matematica
- Il titolo esecutivo ed il precetto
- L’accesso agli atti ed alle banche dati
- La protezione dei dati personali

L’evoluzione dell’istituto dell’ingiunzione fiscale prevista dal R.D. 639/1910
- La natura, la forma e gli elementi essenziali
- L’ambito soggettivo ed oggettivo di applicazione
- Il procedimento amministrativo

La riforma della riscossione nella legge di bilancio 2020
- La riforma dell’Albo dei Concessionari e l’introduzione della sezione dedicata ai servizi di supporto
- L’organizzazione del servizio
- L’accertamento esecutivo
- L’addebito degli oneri di riscossione
- La rateazione

I mezzi di tutela del contribuente
- L’istanza di autotutela, la sospensione amministrativa e l’annullamento dell’atto
- Gli istituti deflattivi del contenzioso
- Il Contenzioso in materia di procedimenti coattivi: la giurisdizione, i motivi di impugnazione, la competenza, il ricorso e la difesa dell’ente
- Il risarcimento del danno da esecuzione

Il funzionario responsabile della riscossione
- Il ruolo
- Le funzioni
- Le responsabilità

Test a risposta multipla

Relatore:
Maria VOCCIA  (Avvocato Tributarista - Docente A.N.U.T.E.L.)

II° GIORNO
Le misure cautelari
- Il fermo amministrativo dei beni mobili registrati, i problemi relativi alla comunicazione del preavviso e le conseguenze pratiche
- L’iscrizione di ipoteca

Il procedimento esecutivo disciplinato dal R.D. 639/1910 ed il procedimento di riscossione coattiva ai sensi del DPR 602/1973
- L’Ingiunzione e la procedura esecutiva ordinaria
- L’ingiunzione c.d. rafforzata
- L’espropriazione forzata
- L’espropriazione mobiliare
- L’espropriazione presso terzi
- L’espropriazione immobiliare
- Casi particolari
- Le procedure concorsuali

La notificazione degli atti della riscossione
- Il procedimento di notificazione
- La notifica degli atti tributari e degli atti dell’esecuzione
- La notifica a mezzo del servizio postale
- La notifica a mezzo pec
- La scissione temporale degli effetti della notificazione
- La notifica nei confronti di soggetto fallito o posto in stato di liquidazione

 Le esperienze e gli strumenti messi a disposizione dall’ANUTEL
 - Violetta SEGRELLA (Ufficiale della Riscossione) presenterà le formule  per le procedure per la riscossione coattiva e l’esecuzione forzata
- Advanced Systems SpA presenterà le funzionalità del software “PRUNES++ Comuni” dedicato ai Comuni che intendono gestire autonomamente la riscossione delle entrate locali, utilizzando la procedura coattiva disciplinata dalla legge 160/2019, dal Regio Decreto 639 del 1910 e dalle norme del titolo II del D.P.R. n° 602/73 e successive modifiche, in quanto compatibili.
Tale software verrà dato gratuitamente in uso per il primo anno a tutti i partecipanti.

Test a risposta multipla
Durante il percorso formativo daranno il proprio contributo Ufficiali Giudiziari/Ufficiali della Riscossione

 

 

Ore 13,00
Pausa
Ore 14,00
Ripresa dei lavori
Ore 17,00
Chiusura lavori


Al fine di garantire una migliore organizzazione, è preferibile inviare la scheda di prenotazione entro giorno 5 febbraio 2020 e comunque nei limiti di capienza della sala.

PRIMA DI PARTECIPARE AL CORSO E' NECESSARIO TRASMETTERE
per email: iniziative@anutel.it
LA DETERMINA DI AUTORIZZAZIONE ALLA PARTECIPAZIONE AL CORSO ALLEGATA SUL MENU DI DESTRA.

QUOTE DI PARTECIPAZIONE

TIPOLOGIA ASSOCIATIVA MODALITA' DI PARTECIPAZIONE QUOTA DI PARTECIPAZIONE
ENTI LOCALI ASSOCIATI   € 150,00 a partecipante
 
ENTI LOCALI NON ASSOCIATI   € 250,00 a partecipante
DIPENDENTI CONCESSIONARI DELLA RISCOSSIONE
Affidatari dei servizi di cui all’articolo 52, comma 5, lettera b),
del D.lgvo n. 446 del 1997
  € 300,00 + Iva a partecipante
 
*Gli Enti associati non in regola con il versamento delle quote associative non avranno diritto alla formazione gratuita sino alla regolarizzazione della posizione. Fermo restando che nei corsi ove è previsto il pagamento gli Enti associati potranno partecipare versando la quota dei non soci. Per maggiori informazioni è possibile contattare la Segreteria dell’Associazione ai seguenti recapiti Tel. 0967-486494 email iniziative@anutel.it”.
Il pagamento dovrà essere effettuato a ricezione della fattura, esclusivamente sulle coordinate indicate.
** Per gli Enti Locali la quota è esente IVA, ai sensi dell'art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni)
Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell'art.3 Legge 13.08.2010, n. 136

COLAZIONE DI LAVORO

È prevista la colazione di lavoro al costo convenzionato di € 20,00, a persona, a carico dei partecipanti, presso la struttura dell'incontro. Verrà rilasciatà apposita ricevuta.

E' COMUNQUE OBBLIGATORIO COMUNICARE ENTRO E NON OLTRE 3 GIORNI PRIMA DELL'INCONTRO EVENTUALE MANCANZA DI PARTECIPAZIONE E/O DISDETTA DELLA COLAZIONE DI LAVORO A:
Sede Nazionale: Tel. 0967.486494 - Email: iniziative@anutel.it

ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE

A conclusione dei lavori verrà inviato l'attestato di partecipazione, identificato con il relativo numero di protocollo, direttamente sulla email indicata in fase di prenotazione.

L’esame finale di qualificazione sarà tenuto da una Commissione composta da:
N. 1 docente del Corso;
N. 2 componenti scelti dall’ANUTEL tra Dirigente o Funzionario Responsabile dell’Ufficio Entrate di uno dei Comuni partecipanti al Corso.
Esame Finale: a conclusione di ciascuna giornata del Corso di Formazione verrà somministrato un questionario a risposta multipla con n. 20 domande.
Conseguimento qualifica: i corsisti che avranno risposto correttamente a n. 36 domante su n. 40 conseguiranno la qualifica di “FUNZIONARIO RESPONSABILE DELLA RISCOSSIONE”.
Titoli richiesti per partecipare al corso:
• diploma di istruzione secondaria di secondo grado;
• prestare o aver prestato servizio presso l’Ufficio Entrate di un Ente Locale o presso un Concessionario della Riscossione ininterrottamente per almeno 2 anni,
o in alternativa, avere conseguito la Laurea in Giurisprudenza o Economia. (Il suddetto requisito, sebbene non previsto dalla legge è richiesto al fine di assicurare la partecipazione al corso da parte di persone che abbiano già elementi di base necessari per la partecipazione al corso e per sostenere e superare l’esame di qualificazione).
• qualità morali e di condotta di cui all’articolo 35, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;
• non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici, come da autocertificazione acquisita agli atti.

PER I DIPENDENTI DEI CONCESSIONARI DELLA RISCOSSIONE: non sono ammessi all'esame coloro che sono esclusi dall'elettorato politico attivo, coloro che sono stati interdetti dai pubblici uffici, nonché coloro che sono stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione, ovvero sono stati dichiarati decaduti da altro impiego statale, ai sensi dell'art. 127, comma 1, lettera d), del decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3.

LA NORMA DI RIFERIMENTO

LEGGE 27 dicembre 2019, n. 160 Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2020 e bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022. (19G00165) (GU Serie Generale n.304 del 30-12-2019 - Suppl. Ordinario n. 45)
Articolo 1, comma 793.
“Il dirigente o, in assenza di questo, il responsabile apicale dell’ente o il soggetto affidatario dei servizi di cui all’articolo 52, comma 5, lettera b), del decreto legislativo n. 446 del 1997, con proprio provvedimento, nomina uno o più funzionari responsabili della riscossione, i quali esercitano le funzioni demandate agli ufficiali della riscossione, nonché quelle già attribuite al segretario comunale dall’articolo 11 del testo unico di cui al regio decreto n. 639 del 1910, in tutto il territorio nazionale in relazione al credito da escutere. I funzionari responsabili della riscossione sono nominati tra i dipendenti dell’ente o del soggetto affidatario dei servizi di cui all’articolo 52, comma 5, lettera b), del decreto legislativo n. 446 del 1997, fra persone che sono in possesso almeno di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado e che hanno superato un esame di idoneità, previa frequenza di un apposito corso di preparazione e qualificazione. Restano ferme le abilitazioni già conseguite in base alle vigenti disposizioni di legge. Il mantenimento dell’idoneità all’esercizio delle funzioni è subordinato all’aggiornamento professionale biennale da effettuare tramite appositi corsi. La nomina dei funzionari della riscossione può essere revocata con provvedimento motivato.