Arezzo, 23 gennaio 2020

LA "NUOVA IMU" TRA NOVITA' E CONFERME

 

QUOTE DI PARTECIPAZIONE (clicca qui)

RIVOLTO A:
Amministratori, Segretari Generali, Dirigenti, Funzionari e Operatori Uffici Tributi e Finanziari, Società 100% pubbliche Enti Locali, Revisori Enti Locali.

in collaborazione con

Comune di
AREZZO

 

23 GENNAIO 2020
Auditorium Aldo Ducci
Via Cesalpino, 53
AREZZO


CAPIENZA SALA: 90 POSTI

 
 
La legge di bilancio per l’anno 2020 (n. 160/2019) ha disposto non solo l’abolizione della TASI ma anche la raccolta, in un unico provvedimento, delle norme che regolavano l’IMU e che, nel corso degli anni, hanno subito non poche modifiche.
L’intervento normativo disciplina, sostanzialmente, una nuova imposta in vigore dal 1° gennaio 2020 che presenta molti caratteri comuni con la precedente IMU e, per certi versi, un ritorno alla previgente ICI.
Nella “nuova” IMU sono presenti alcune importanti novità che vanno a risolvere, o perlomeno questo pare l’obiettivo, alcune questioni aperte ma che per il loro contenuto innovativo non possono, certamente, assumere carattere di interpretazione autentica e, pertanto, avranno valenza dal 1° gennaio 2020.
Si configura, così, la forma di una nuova imposta in vigore dal 01/01/2020 nella cui infelice scelta di confermare il nome IMU si nasconde il rischio di trarre in inganno gli addetti ai lavori i quali potrebbero pensare che si tratti di una norma esplicativa/integrativa di quella già vigente.
Nuove definizioni e il processo per giungere alla standardizzazione delle aliquote, sono solo alcune delle tematiche che richiedono un doveroso approfondimento.
La giornata si propone di fornire chiarimenti ed indicazioni specifiche sulle novità introdotte a partire dal 1° gennaio 2020 analizzando il nuovo testo normativo comma per comma e ragionando sulla possibile continuità o meno degli orientamenti giurisprudenziali già assunti in vigenza di ICI e di  “vecchia” IMU.
Per i suoi contenuti il programma si rivolge non solo ai funzionari degli uffici tributari ma anche ai funzionari degli uffici tecnici.

PROGRAMMA
 

Ore 9,00
Apertura dei lavori

Saluti
Amministrazione Comunale
Mario Daniele ROSSI (Direttore Ufficio Tributi del Comune di Arezzo - Presidente Comitato Regionale A.N.U.T.E.L. - Toscana)

Ore 9,30
Inizio della relazione

 

 

Relatore:
Andrea GIGLIOLI (Funzionario Tecnico - Servizio Entrate - U.O.C. Gestione Tributi Comunali del Comune di Reggio Emilia - Componente Osservatorio Tecnico e Docente A.N.U.T.E.L.)

Fabbricati
- La nuova definizione di fabbricato: possibile soluzione per la controversia inerente la tassazione delle unità fittizie;
- La nuova definizione di area pertinenziale del fabbricato: pertinenza urbanistica e obbligo di accatastamento unitario. Pregi e difetti;
- L’abitazione principale ed equiparazioni: conferma della definizione storica, esenzione e novità.

Soggetti attivi e passivi
- Il Comune come soggetto attivo d’imposta;
- I soggetti passivi: continuità sostanziale con l’IMU anche per il leasing immobiliare;
- Introduzione del concetto di “casa familiare” nel caso di assegnazione al genitore affidatario dei figli e contemporanea costituzione del diritto d’abitazione;
- L’assimilazione comunale per anziani e disabili: regime estensibile a tutti i casi di diritti reali sull’alloggio;
- Autonomia dell’obbligazione tributaria e soggettività delle agevolazioni ed esenzioni nel caso di immobili detenuti in comproprietà.

La base imponibile, le riduzioni e le esenzioni
- La determinazione della base imponibile in sostanziale continuità con l’IMU ma con importanti novità in riguardo alla valenza delle variazioni intervenute in corso d’anno per aree fabbricabili e fabbricati;
- Le riduzioni della base imponibile per i fabbricati di interesse storico o artistico, per i fabbricati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati e per gli alloggi concessi in comodato a parenti entro il primo grado: tante conferme e poche novità;
- Le forme di esenzione e la sostanziale continuità con l’IMU previgente;
- La riduzione d’imposta per le abitazioni locate a canone concordato.

Le aliquote
- La riserva statale per i fabbricati del gruppo D;
- Possibilità di azzeramento dell’aliquota per le diverse fattispecie:
- Abitazione principale in A/1, A/8 e A/9;
- Fabbricati rurali di tipo strumentale;
- Beni merce delle imprese di costruzione;
- Terreni agricoli;
- Fabbricati del gruppo D sino alla soglia del 7,6‰;
- Altri immobili;
- L’incremento d’aliquota fino al 11,4‰ per i soli comuni che avevano introdotto la maggiorazione TASI;
- Termini per l’adozione delle aliquote per l’anno 2020 e per l’invio al MEF;
- I vincoli nella diversificazione delle aliquote a partire dal 1° gennaio 2021 e l’obbligo di utilizzare le funzionalità del Portale del federalismo fiscale;
- La fruibilità delle informazioni per i contribuenti e CAF attraverso la specifica applicazione informatica;
- La deducibilità IMU per gli immobili strumentali delle imprese.

Periodo d’imposta e modalità di versamento
- La nuova ripartizione tra venditore e acquirente;
- Il nuovo sistema di suddivisione tra acconto e saldo;
- Conferma delle modalità di versamento per gli enti non commerciali;
- Casi particolari: multiproprietà, condominio, fallimento;
- I sistemi di pagamento: F24, bollettino postale e sistemi elettronici.

La dichiarazione
- Termini di presentazione: ripristino della scadenza al 30 giugno;
- Rimando al Decreto Ministeriale;
- L’obbligo dichiarativo per alcune particolari fattispecie;
- La dichiarazione per gli enti non commerciali.

Il regime sanzionatorio e il Funzionario responsabile
- Le sanzioni per i diversi inadempimenti tributari;
- Designazione e poteri del Funzionario responsabile del tributo.

La potestà regolamentare
- Versamenti effettuati da un contitolare anche per gli altri;
- Differimento dei versamenti per casi particolari;
- Rimborso per aree divenute inedificabili;
- Valori venali delle aree edificabili per autolimitazione al potere di accertamento;
- Esenzione per immobili concessi in comodato gratuito ad enti territoriali e ad enti non commerciali.

 

 

Ore 13,00
Pausa
Ore 14,00
Ripresa dei lavori
Ore 16,30
Chiusura lavori


Al fine di garantire una migliore organizzazione, è preferibile inviare la scheda di prenotazione entro giorno 16 gennaio 2020 e comunque nei limiti di capienza della sala.

 

QUOTE DI PARTECIPAZIONE

TIPOLOGIA ASSOCIATIVA MODALITA' DI PARTECIPAZIONE QUOTA DI PARTECIPAZIONE
QUOTA "B"e"C" PARTECIPAZIONE GRATUITA SENZA LIMITI
(in regola con le quote associative*)
GRATUITA
QUOTA "A"   € 50,00 a partecipante
 
ENTI LOCALI CHE HANNO ACQUISTATO L'ACCESSO AL SITO   € 100,00 a partecipante
ENTI LOCALI NON ASSOCIATI   € 150,00 a partecipante
 
*Gli Enti associati non in regola con il versamento delle quote associative non avranno diritto alla formazione gratuita sino alla regolarizzazione della posizione. Fermo restando che nei corsi ove è previsto il pagamento gli Enti associati potranno partecipare versando la quota dei non soci. Per maggiori informazioni è possibile contattare la Segreteria dell’Associazione ai seguenti recapiti Tel. 0967-486494 email iniziative@anutel.it”.
Il pagamento dovrà essere effettuato a ricezione della fattura, esclusivamente sulle coordinate indicate.
** Per gli Enti Locali la quota è esente IVA, ai sensi dell'art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni)
Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell'art.3 Legge 13.08.2010, n. 136

 

ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE

A conclusione dei lavori verrà inviato l'attestato di partecipazione, identificato con il relativo numero di protocollo, direttamente sulla email indicata in fase di prenotazione.