Videoseminario, 3 marzo 2021

LE RIDUZIONI DELLA BASE IMPONIBILE DEI FABBRICATI NELL’IMU


- PARTECIPAZIONE GRATUITA PER GLI ENTI LOCALI ASSOCIATI -
in regola con le quote associative 2020

 

COMUNICAZIONE IMPORTANTE

  • Fino a 2 giorni antecedenti il videoseminario, i partecipanti potranno porre una domanda al Docente direttamente dal menu lato destro all'interno del programma, la domanda perverrà sulla mail del Docente, che risponderà durante il Suo intervento.
  • Sarà comunque possibile visionare i videoseminari nei giorni successivi, entro 30 giorni dalla data dell’evento.

RIVOLTO A:
Enti Locali

 

 

3 MARZO 2021
 

Connessioni fino a 300 utenti

 
 

PROGRAMMA
 

Ore 15,00
Apertura dei lavori

Moderatore
Francesco TUCCIO
(Presidente A.N.U.T.E.L.)

 

Relatore:
Andrea GIGLIOLI (Funzionario Tecnico - Servizio Entrate - U.O.C. Gestione Tributi Comunali del Comune di Reggio Emilia - Componente Osservatorio Tecnico e Docente A.N.U.T.E.L.)
 

 I fabbricati di interesse storico e artistico:
- la definizione di beni culturali secondo il D. Lgs. n. 42/2004;
- la verifica dell’interesse culturale per beni appartenenti agli enti territoriali, agli enti pubblici, ai soggetti senza fine di lucro e agli enti ecclesiastici;
- la dichiarazione dell’interesse culturale per i beni appartenenti agli altri soggetti;
- la natura ricognitiva del vincolo per gli immobili appartenenti agli enti territoriali, agli enti pubblici, ai soggetti senza fine di lucro e agli enti ecclesiastici;
- la natura costitutiva del vincolo per gli immobili appartenenti agli altri soggetti;
- modalità operative e giurisprudenza della Corte di Cassazione.
 

 I fabbricati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati:
- la condizione di inagibilità;
- la condizione di inabitabilità;
- la condizione di non utilizzo;
- la criticità tra le condizioni di inagibilità/inabitabilità edilizia e fiscale;
- fabbricati iscritti in catasto ma privi del certificato di agibilità/abitabilità negli orientamenti giurisprudenziali della Corte di Cassazione;
- la dichiarazione di sussistenza dei requisiti negli orientamenti giurisprudenziali della Corte di Cassazione;
- la valenza delle ordinanze sindacali;
- la dichiarazione sostitutiva di atto notorio: irretroattività, onere della prova, alternatività;
- il regime nella nuova IMU dal 01/01/2020;
- il potere regolamentare comunale sulla materia al fine di evitare forme di elusione;
- conoscenza diretta e conoscenza indiretta delle condizioni da parte del Comune;
- casi particolari di assenza dei requisiti.
 

 Gli alloggi concessi in comodato a perenti entro il primo grado del comodante:
- i requisiti per poter godere dell’agevolazione;
- l’estensione del benefico al coniuge in caso di morte del comodatario;
- obblighi dichiarativi o meno nell’evoluzione normativa;
- le diverse forme contrattuali scritta e verbale e i relativi obblighi di registrazione;
- inizio dell’agevolazione: data di stipula, data di decorrenza e data di registrazione;
- limite al numero di immobili posseduti dal comodante;
- doppia agevolazione nel caso l’alloggio risulti di interesse storico o artistico;
- contratto tardivamente registrato;
- comodatario comproprietario dell’alloggio occupato;
- comodatario minorenne;
- ulteriori alloggi posseduti in nuda proprietà dal comodante;
- attività di controllo;
- eventuale adozione di aliquota agevolata: istanze a pena decadenza del beneficio.



Ore 17,00
Chiusura lavori

 



QUOTE DI PARTECIPAZIONE

TIPOLOGIA MODALITA' DI PARTECIPAZIONE QUOTA DI PARTECIPAZIONE
ENTI LOCALI ASSOCIATI in regola con le quote associative 2020 GRATUITA
ENTI LOCALI ASSOCIATI NON in regola con le quote associative € 50,00 a partecipante
ENTI LOCALI NON ASSOCIATI E DIPENDENTI PUBBLICI   € 100,00 a partecipante
Il pagamento dovrà essere effettuato a ricezione della fattura, esclusivamente sulle coordinate indicate.
** Per gli Enti Locali la quota è esente IVA, ai sensi dell'art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni)
Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell'art.3 Legge 13.08.2010, n. 136